Sono candidato alla regione lazio 2018

thumbnail

Profilo di me stesso:

Sono #Roberto Catracchia

57 primavere e della mia famiglia non parlo, può fregare a qualcuno? Faccio due attività per campare come tutti . Lavoro come autista e sono un op. turistico e presidente della onlus turismo sociale U17.  Non vi parlo di 40 anni di militanza politica e sociale per non annoiarvi.

23172576_10213004967712205_2076696153482766740_n

Di cosa vado fiero? di aver lottato con tanti e di aver visto troppi lamentarsi e dare il proprio consenso per paura…ai  signori del momento.

Ho fatto politica ne vado fiero, e non ho scelto la tecnica del mestiere, ma l’idea che la società va trasformata e non accettata in sè.

Mi candido alla regione Lazio “per aprirne i cassetti” e far emergere, storture e enormi possibilità volutamente negate a favore dei lavoratori, disoccupati e cittadini senza potere.430428_107313266094305_1264664664_n

Con Potere al Popolo abbiamo  un metodo da attuare:  Condividere e decidere atti e leggi attraverso consultazioni territoriali e non in modo burocratico. Secondo siamo consapevoli della  nostra profonda conoscenza della  macchina istituzionale.

Riteniamo necessario che dietro ogni porta del potere, bussando e  urlando per i propri diritti; ci sia periodicamente la presenza di movimenti per premere sui decisori del momento. Per organizzare in ogni piazza e in ogni città e quartiere della regione, un minimo di dignità per tutti…

Abbiamo fame di futuro…abbiamo la determinazione di ribaltare strada per strada questo presente liquido e soffocante.  Il nostro gps? La costituzione italiana, il nostro antifascismo, la voglia di  fare insieme un lungo cammino, irto di ostacoli, ma pazienti e  sicuri che venceremos!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

ANTAGONISMO ATTIVO

continua

Antirazzismo/Antifascismo operante

Per un paese dovrebbe essere un motivo di onore salvare le vite che attraversano il Mediterrraneo: i muri non si possono costruire in mare! Come abbiamo il dovere di garantire la libera circolazione e di dare a tutti gli immigrati in transito da noi il passaporto Europeo. In quanto dovremmo avere la pretesa di dire: Cara Europa o la libera circolazione e l’accoglienza condivisa o rimettiamo in discussione trattati e Moneta!

E’ arrivato il tempo delle scelte, serve un deterrente forte contro la crisi, la disoccupazione di massa in occidente combinata con gli esodi biblici provenienti dal Sud del Mondo, serve un segnale di dignità nello scorrere di guerre economiche e guerre militari in atto. Senza atti di fermezza non si canta messa. Alle elite internazionali vanno squadernate le loro responsabilità.

1 Cessate il fuoco! Lo sapete bene chi finanzia il terrorismo, e le guerre! Sapete bene cosa fanno eserciti e multinazionali nel terzo mondo!

2  Sapete bene che la legge in vigore per gli immigrati si chiama Bossi and Fini e che i trattati di Dublino, sono stato firmati anche da Salvini e Renzi. Grillo sul gps della storia? nulla è pervenuto!

3 Sapete e siete parte del problema e non la soluzione, avete vinto, realizzato i vostri obiettivi e volete lucrare su immigrati del sud e disoccupati del nord del mondo. Il vostro capolavoro è stato di privatizzare tutto, abbandonare città e periferie, delocalizzare industrie, dare tutto in mano alle lobbies e alla finanza, non regolamentare commerci e scambi.

4 Siete consapevoli di aver creato nella società solo rabbia, paura, fame e impoverimento nel mondo! Eppure non tacete, eppur continuate a sfruttare tutto e tutti …a mentire su tutto e tutti. O il passaporto europeo, più stato e meno mercato, oppure questa Europa è solo una ingrata matrigna che solo l’antirazzismo attivo e un nuovo antifascismo operante può sconfiggere….

 

TRUMP BUUM!

Ieri in Afghanistan è stata lanciata  la più grande arma convenzionale utilizzata dal dopoguerra.

La caramella convenzionale di Trump, ha prodotto distruzione e morte per un raggio di trenta chilometri dal punto d’impatto. Suvvia, che sarà mai tanto è lontana da noi, per Arcibaldo, baldo show, ma cosa si doveva fare? Sono dei selvaggi!….poi il silenzio, poi dopo il silenzio, aspettiamo la prossima bomba, ma siamo sicuri che rimarrà lontana da noi? Oppure, con il nuovo decreto sicurezza approvato dal governo, potremmo ancora protestare per il cessate il fuoco?

La storia siamo noi per:

Disarmare la rassegnazione,

disarmare gli arsenali di guerra,

disarmare la guerra umanitaria,

disarmare  l’industria delle armi,

disarmare, disarmare,

disarmare prima di tutto la follia… Dei pochi sulla maggioranza dell’ umanità.

Viceversa, rimaniamo a battere le mani, felici e isterici alla sfilata dei nostri figli in divisa che, vanno al fronte a uccidere i selvaggi. Il destino a prescindere non esiste, è sempre nelle mie  e nelle tue mani.

Disarmare….non è una scelta è un obbligo umano!

La storia siamo noi e non siamo destinati in sè, a diventare carne da macello per un destino cinico  e baro

trump-bomba

Il rovescio del viaggiare

Viaggiare e ancora viaggiare, e poi…cercare, sperare, incontrare e scoprire,

Sorprendersi e liberarsi della vita quotidiana

Staccare con se stesso e gli altri

Arrivi, cerchi, annusi tutto, scopri  e provi gusti e sapori locali

Ricevi odori e nuove brezze marine

Senti scorrere quell’attimo, si proprio un attimo che ti riporta con la mente…

Agiti infastidito, la testa e tutto torna dentro di te

Ritornano le cose che hai lasciato le cose che odi e quelle che ami

Dentro di te rientrano oceani e rivoli del tuo percorso di vita

Infine, torni, sbarchi, prendi la valigia e dici:

Cazzo! sono tornato di nuovo!